martedì 20 novembre 2012

Shabby chic cake





I colori forti e decisi hanno contraddistinto le mie torte finora.
Ma provavo il desiderio di una pausa che avesse i toni delicati e vintage dei colori shabby.
L'ispirazione, anzi la folgorazione è avvenuta sbirciando tra le meravigliose torte di Sophie Bifield Cake Company.

Mi sono innamorata di questa sua torta in particolare - pubblicata su un giornale dedicato ai matrimoni - e avevo promesso a me stessa di cercare di ricreare la stessa magia non è appena mi si fosse presentata l'occasione!
Credevo di dover aspettare il mio matrimonio - tra circa 26354 anni - ma una splendida ragazza l'ha scelta per festeggiare i suoi 18 anni, innamorandosene al primo sguardo, come era successo a me.
Quindi questa mastodontica 5 piani di red velvet cake, ha deliziato la sua festa di compleanno!

Spero che un'artista delle torte come Sophia, la prenda come un gradito omaggio da parte mia, che sono solo una piccola "marmotta che confezionava le torte" al suo cospetto.
Realizzandola, sono riuscita a placare la mia voglia di colori tenui e insoliti fiori di zucchero.
Almeno per un po'.

venerdì 9 novembre 2012

Torta tributo a Tim Burton e Regina Rossa


Stress, insonnia e corse.

Tre parole per descrivere la mia esperienza alla Cake Design Week, manifestazione durante la quale questa torta finta è stata esposta dal 30 ottobre al 4 novembre 2012, con cui ho partecipato al concorso "New cake decorator".
Le corse sono iniziate quando ho costretto il mio povero fidanzato, dopo il lavoro, ad accompagnarmi direttamente in ditta per scegliere le dummies (polistirolo a forma di torta) perché volevo rendermi conto delle effettive dimensioni da acquistare, incapace come sono ad immaginarmele soltanto.
Vari motivi personali, mi hanno costretta a ridurmi al giorno prima della consegna per coprire, decorare e modellare il cake topper. L'unico e solo cake topper che sono riuscita a fare, lo vedete in foto, ma erano previsti anche la Regina Bianca, PincoPanco e PancoPinco.

#Sapevatelo!

E qui entra in campo l'insonnia, perché ci ho lavorato dalle ore 22 del 28 ottobre ininterrottamente fino alle 15 del giorno seguente e poi via di corsa, a consegnarla a Napoli.
Uno straccetto per lavare i pavimenti aveva meno grinze di me. O_O

Parlavo di corsE, giusto?
Ebbene: il giorno del verdetto, il 4 ottobre alle 18, ho un altro contrattempo importante che non mi fa assistere alla premiazione, arrivandoci solo per vedere tutte le altre uscire con un grembiule e un attestato in mano ed essere informata da un'altra concorrente che, ovviamente, non ho vinto gnente.Me l'aspettavo, a dirla tutta e colgo l'occasione per farmi un giretto con mammà per gli stand pieni di cioccolata di ogni genere e in ogni forma mentre aspetto di poter infilare questo mia torta incompleta in macchina e tornarmene a casa.
Ma le sorprese non sono finite, siore e siori: mia madre nel parcheggio fa cadere il mio attestato di "preziosa presenza", c'è vento e nel tentativo di bloccarlo ci stampa la sua scarpetta da cenerentola (porta un 36 scarso!), poi tornate a casa, la mia cucciolotta festeggia con un ciccinin di irruenza il mio ritorno facendomi cascare sto fogliazzo e piazzandoci una sua zampata proprio sul davanti.

Questi sì che sono momenti memorabili da immortalare con una foto ricordo -_-"
Sì, devo ricordarmi di non partecipare mai più a nessun concorso.