venerdì 30 settembre 2011

Blue velvet cupcakes


Ricetta per 6 blue velvet cupcakes:

Ingredienti:
  • 100 gr. di farina
  • 100 gr. di zucchero semolato
  • 1 uovo intero
  • 5 gr. di cacao
  • 2 gr. di colorante blu in polvere
  • 1 bustina di vanillina (o poche gocce di vaniglia pura) 
  • 30 gr. di burro morbido
  • 30 gr. di olio di semi
  • 60 gr. di latticello (oppure 30 gr. di yogurt bianco + 30 gr. di latte scremato)
  • 4 gr. di lievito
Procedimento:
  1. In una ciotola setacciare la farina, lo zucchero, la vanillina, il cacao e il colorante in polvere.
  2. Mescolare a secco.
  3. In un altra ciotola battere il burro a crema, aggiungere l'olio, il latticello. Mescolare
  4. Aggiungere l'uovo e mescolare.
  5. Unire metà della polvere nel battuto di uovo/burro/olio/latticello, emulsionare e incorporare man mano il resto.
  6. Aggiungere il lievito setacciato e rimescolare.
  7. Versare il composto nei pirottini disposti in una teglia per muffin, avendo cura di riempirli solo per i 2/3, perchè lieviteranno molto durante la cottura
  8. Infornare a 150° per circa 40 minuti.
  9. Dopo la cottura, sfornare e lasciar raffreddare su una gratella.
Ingredienti per il frosting di copertura:
  • 200 ml di panna da montare zuccherata
  • 125 gr. di philadelphia a temperatura ambiente
  • 125 gr. di mascarpone
  • 75 gr. di zucchero a velo vanigliato
  • qualche goccia di vaniglia liquida
Procedimento:
  1. Lavorare a crema il mascarpone e la philadelphia, in una ciotola.
  2. Aggiungere la vaniglia e lo zucchero a velo. Mescolare.
  3. Montare la panna, a parte e aggiungere alla crema di formaggio.
  4. Mettere in frigo almeno un'ora prima di utilizzarla per decorare i cupcakes.
  5. Inserire un beccuccio a stella in un sac-a-poche e sbizzarritevi con le swirls

martedì 27 settembre 2011

La crostata ingannevole

L' alzatina in ceramica per torte è firmata Easy Life Design.

Maledetta primavera, cantava la Goggi.
Macchè! Maledetta estate (che te ne vai) canterei io.
E via, giù di acquazzoni, giornate grigie e gelidi soffi di vento.
Non ho nessuna voglia di prender coscienza della fine della bella stagione perciò oggi sono andata a ripescare le foto di questa torta-finta-crostata, fatta nel bel mezzo di luglio, che mi (e vi) illuminerà il monitor dei colori dei frutti estivi.

  • Una Velvet Cake di colore arancione (il preferito della festeggiata)
  • Copertura e decorazioni in pasta di zucchero
  • Decorazioni di frutta modellate a mano, senza stampi
  • Tutto, completamente commestibile

giovedì 22 settembre 2011

Torta "Insieme a Rosie"


Un cartone animato coloratissimo e all'insegna della vera amicizia, ecco cos'è "Insieme a Rosie".
Un vero peccato non averlo mai scoperto prima, finchè la dolcissima mamma Irene Pazzaglia, in un commento in questo blog, non ha espresso il desiderio di vedermi realizzare una torta con tutti i personaggi della serie per donare a lei e alla sua bambina una briciola di serenità.
Nonostante i quasi tre mesi di attesa, le decine di torte ancora non mostrate e la sigla del cartoon che ormai mi martella ogni giorno in testa a causa della visione a ripetizione dei video su Youtube, per trarre ispirazione, qualche giorno fa, ecco la grande occasione!!!
Una deliziosa bambina dagli occhi grandi e i capelli color cioccolato compiva 3 anni e non aveva un personaggio preferito ma le piaceva tutto, dalla Barbie a Dodò passando per Hello Kitty ^_^
L'unico punto fermo era il colore, anzi tanti colori: la mamma voleva una torta supercolorata!
Non ho avuto dubbi: Rosie, i suoi amici e il suo mondo coloratissimo erano perfetti!
Il tempo a disposizione era molto poco: solo due giorni, in cui avevo da terminare e consegnare altre due torte a piani e un cake topper di pulcinella!
Così, ho avuto "solo" il tempo per realizzare l'albero..ehm, pardon, il Signor Quercia, la buffa Rosie dai capelli di pezze colorate fermate da un bottone, Toffolo, il suo miglior amico(niglio) e quella tirabaci di Lola, la mia preferita.
Guardatela nell'ultima foto: non ve la mangeresti di baci?

  • 2 piani di pan di spagna al cioccolato 
  • Bagna leggera al rum 
  • Crema al mascarpone, latte condensato e panna montata

  • Copertura e decorazioni in pasta di zucchero
  • Cake toppers modellati a mano, senza stampi
  • Il Signor Quercia è modellato con la pasta di cereali, ricoperta di pasta di zucchero. 
  • Tutto rigorosamente commestibile

lunedì 5 settembre 2011

Torta Guernica di Picasso



Guernica come tema di una torta? 
Piuttosto singolare.
Ma Guernica, tridimensionale, è decisamente una richiesta più unica che rara.
Non potevo farmi scappare l'occasione di realizzare una torta "artistica" in tutti i sensi!

Non provenendo da una formazione artistica, uno dei più famosi quadri di Picasso, è stato esclusivo oggetto di studio per qualche giorno, per carpirne origine, essenza e tecnica.
Riprodurre il capolavoro di Picasso in pasta di zucchero non è stata un'impresa facile, tantomeno se si pensa che è un dipinto cubista, caratterizzato dalla bidimensionalità e da un diverso concetto di prospettive.
Guernica è il nome della cittadina basca, tristemente famosa per aver subito il primo bombardamento aereo della storia, ad opera dei tedeschi a cui Picasso dedica la tela in cui rappresenta la disumanità,la brutalità e la disperazione di tutte le guerre del mondo. Il quadro ha un forte significato simbolico: il toro rappresenta la furia della guerra, il cavallo il popolo ferito, i caduti a terra la sconfitta dell'umanità e la deformazione dei volti e le espressioni dei personaggi denunciano in modo sconvolgente la cieca e selvaggia ferocia nei confronti di una popolazione inerme.
Immediata è stata la scelta di utilizzare la Red Velvet Cake come base perchè anche se il quadro picassiano colpisce per l'uso esclusivo di bianchi, neri e grigi, il rosso dell'impasto della torta, rappresenta perfettamente il sangue versato in ogni orrenda guerra.
 
Un doveroso ringraziamento va a Francesco per la scelta del tema e per la foto dell'interno della torta.
  • 3 piani di Red velvet Cake 
  • Copertura in pasta di zucchero 
  • Decorazioni colorate e modellate a mano, senza stampi